MIUR incontri

INCONTRI AL MIUR 2016-17
resoconto di alcuni incontri

4 MAGGIO 2017
1) Informativa nota dotazioni organiche personale docente a.s. 2017/2018; 

L’Amministrazione si è presentata all’informativa senza i dati richiesti dalle OOSS e con notizie ancora incerte sul numero effettivo di posti che il MEF concederebbe per il passaggio dall’organico di fatto a quello di diritto. La richiesta portata avanti dal MIUR in origine era di 25.000 posti, la risposta del MEF è ferma a soli 9.600 posti, comprensivi dei 2.200 dei licei musicali e dei circa 2.000 di sostegno. Nonostante le reiterate richieste da parte della Ministra i posti potrebbero aumentare massimo fino ai 12.000/13.000.

In ogni caso questi posti verranno detratti dall’organico di fatto che rimane fermo a 30.262 posti senza il sostegno.
La nostra delegazione dà una valutazione fortemente negativa di tutta la vicenda e sottolinea che con questi ritardi ancora una volta si corre il rischio che l’inizio dell’anno scolastico sia nella confusione più totale e senza docenti nelle classi.

Si passa alla discussione sui criteri che l’Amministrazione vorrebbe adottare , fermo restando la distribuzione dell’organico di diritto dell’anno scolastico precedente.

I criteri adottati dal MIUR per la distribuzione dei posti nelle varie regioni sarebbero due: il primo terrebbe conto dell’aumento o della diminuzione del numero degli alunni; il secondo invece dovrebbe tener conto della particolare situazione delle varie regioni, come per esempio dispersione scolastica, le montagne, lo stato di disagio, ecc.
Con quest’ultimo criterio risulterebbe un adeguamento più marcato al sud dove non ci sono gli alunni e uno meno accentuato al nord dove aumentano gli alunni.

Per questi motivi la bozza di circolare fornitaci non è ancora da considerarsi definitiva. 

2) Passaggio da ambito a scuola.

Discussione piuttosto animata sulle procedure per il passaggio da ambito a scuola.
Le OOSS firmatarie del CCNI lamentano il fatto che l’Amministrazione abbia emanato una circolare senza la preventiva consultazione e l’abbia inviata di propria iniziativa ai Dirigenti scolastici in un momento in cui gli organici non sono ancora definiti.

La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti, che non ha firmato il CCNI sulla mobilità, ha ribadito che la procedura è farraginosa e che creerà grande caos nelle scuole con collegi dei docenti e chiamata diretta in piena estate, vista l’assenza degli organici e dei risultati dei trasferimenti dei docenti. Inoltre segnala che i Dirigenti stanno già convocando i collegi e che in alcune situazioni scrivono nella convocazione che la delibera del Collegio non sarebbe vincolante e che la decisione ultima spetta, come stabilito dalla Legge 107/2015, al Dirigente.

Le OOSS chiedono all’Amministrazione di ritirare e correggere la circolare, in particolare la tempistica.


 26 aprile 2017

Oggi, alle ore 10.00, si è tenuto un incontro tra la DG Bilancio del MIUR e le OOSS con all’odg:

1) Sottoscrizione definitiva ipotesi CCNI riguardante l’applicazione dell’art. 18 comma 4 del CCNL 15 marzo 2001 del comparto scuola -compensi al personale scolastico comandato/utilizzato nell’anno scolastico 2013/2014 presso gli uffici del MIUR- di cui all’art. 86 del CCNL 29 novembre 2007;

2) applicazione art. 86 del CCNL 29 novembre 2007 -personale scuola utilizzato o comandato presso l’amministrazione centrale- anno scolastico 2013/2014; (rinviato ad una prossima riunione convocata per il 4 maggio )
3) assegnazione alle scuole dei fondi del bonus 2016/17;
4) disponibilità su cedolino unico delle singole scuole dei fondi MOF 2016/17;
5) restituzione su cedolino unico delle singole scuole dei fondi residui MOF 2015/16;
6) restituzione su cedolino unico delle scuole dei fondi del bonus 2015/16;
7) pagamento personale art. 86 CCNL Scuola;
8) sperimentazione help desk;
9) nuovo regolamento di contabilità. ((rinviato ad una prossima riunione convocata per il 4 maggio )

Il direttore Greco informa le OOSS che i fondi per il bonus-merito del 2015/16 (punto 6) sono già stati erogati all’80%. I fondi del bonus-merito 2016/17 (punto 3) e il rimanente 20% del 2015/16, che sono nelle disponibilità del bilancio MIUR, saranno erogati dal MIUR alle scuole dopo che il TAR si sarà pronunciato sul ricorso pendente sulla correttezza dei criteri di riparto (l’udienza si è tenuta la settimana scorsa e la sentenza è attesa per i prossimi giorni).

Per quanto riguarda i diversi fondi 2015/16: MOF, FIS, bonus-merito, ecc. (punti 5 e 6) che erano rimasti sui POS delle scuole e che sono stati ritirati a fine 2016 il direttore precisa che l’iter di recupero delle somme dal MEF, compresa la certificazione della Corte dei Conti, è quasi concluso e nelle prossime settimane il MIUR caricherà sui POS delle scuole le somme ritirate.

Per il MOF del 2016/17 sono invece ancora in corso le operazioni di certificazione da parte degli uffici del MEF e saranno accreditate sui POS appena conclusa la procedura di certificazione dell’ipotesi di CCNI del 27 giugno 2016.

Le OOSS lamentano le lentezze della procedura di certificazione a causa della quale il CCNI sul riparto del MOF firmato a giugno 2016, che doveva dare certezze alle RSU per le contrattazioni d’Istituto, è invece ancora in sospeso senza la sigla definitiva. Chiedono al direttore di intervenire in modo deciso sugli uffici che hanno il compito della certificazione dei CCNI e, visti i tempi di attesa, di iniziare immediatamente la discussione del prossimo CCNI sulla distribuzione del MOF 2017/18.

Allo stesso modo protestano e ritengono inaccettabile che per riaccreditare le somme tolte dai POS delle scuole a dicembre debbano passare ben 5 mesi.

Chiedono inoltre di avere tutti i dati relativi alle economie dell’a.s. 2015/16, in particolare quelle sui fondi della pratica sportiva.

Le OOSS ritengono inaccettabile il mancato inserimento nel DPCM della card del personale educativo, dopo che lo scorso anno era stata imposta dalla magistratura con una sentenza (che il MIUR ha appellato).

Infine si passa alla firma definitiva del CCNI riguardante i compensi al personale scolastico comandato/utilizzato nell’anno scolastico 2013/14 presso gli uffici del MIUR (punto 1).

 La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti


 16 febbraio 2017

Si è svolto stamani presso la Direzione Generale del Personale del MIUR un incontro avente per oggetto l’informativa sull’aggiornamento della II e III fascia delle graduatorie di istituto.
La dottoressa Valentina Alonzo ha comunicato alle OO.SS. che, essendo stato rinviato l’aggiornamento delle GAE al 2018/19, le graduatorie di I fascia resteranno bloccate, mentre si procederà all’aggiornamento di quelle di II e III fascia.
Con l’aggiornamento sarà possibile modificare l’elenco delle sedi precedentemente scelte, gli insegnamenti richiesti e i relativi punteggi.
Al momento non ci è stata fornita alcuna bozza del D.M. e delle tabelle allegate.
La nostra delegazione ha chiesto che venga riconosciuto un punteggio a coloro che, pur avendo superato le prove concorsuali, non sono stati inseriti in graduatoria di merito in quanto non rientranti nel 10% previsto.
Si è chiesto inoltre che per i docenti di strumento musicale il MIUR specifichi nel D.M. che la tabella da utilizzare sia la numero 3 allegata al D.M. delle GAE al fine di evitare difformità di valutazione tra le scuole.
Il prossimo incontro sull’argomento è previsto nella prima settimana di marzo.


2 novembre 2016

INCONTRO GIANNINI-SINDACATI: AL VIA TAVOLI TECNICI SU MOBILITA’, DELEGHE E CONTRATTO

 Si è svolto nel pomeriggio del 2 novembre al Miur l’incontro convocato dal ministro Stefania Giannini su mobilità, chiamata per competenze, contratto e legge di Stabilità. 

Il ministro ha presenziato soltanto nella prima parte, esprimendo grande soddisfazione per le risorse messe a disposizione dal Governo per la scuola ma dimostrando anche preoccupazioni per i tempi ristretti. Giannini ha inoltre sottolineato l’importanza dello stanziamento a favore dell’organico di fatto. L’ultimo tema affrontato dal ministro ha riguardato il terremoto e tutti i problemi legati allo svolgimento delle attività didattiche nelle zone colpite dal sisma. 

La riunione è poi proseguita tra i tecnici del Miur e le delegazioni sindacali. (Per il ministero: Rosa De Pasquale, Rocco Pinneri, Sabrina Bono, Iacopo Greco e Luciano Chiappetta. )

L’incontro si è concluso con l’accordo tra amministrazione e sindacati per un’apertura immediata dei tavoli contrattuali già dalla prossima settimana, in particolare per la mobilità e le deleghe. 

Per quanto riguarda la mobilità, Pinneri ha affermato che la trattativa dovrebbe concludersi entro Natale e che non c’è intenzione di ripetere le procedure dello scorso anno, con le varie fasi, ma che sarà unica per tutti i docenti.  La delegazione della FGU ha comunque ribadito il caos che regna attualmente nelle scuole per l’applicazione della riforma.

Prossimo appuntamento mercoledì 9 novembre alle ore 10 per l’apertura del tavolo sulle deleghe previste dalla legge 107/2015.


 Riunione al MIUR 10 ottobre 2016 -

"Alle ore 18.00, si è tenuto un incontro tra l’Ufficio di Gabinetto del MIUR e le OOSS rappresentative sulle “Proposte normative di competenza del Ministero per il disegno di legge sul bilancio dello Stato, triennio 2017-2019, con particolare riferimento a quelle riguardanti il personale docente e ATA”.
Il vice-capo di Gabinetto, dott. Pinneri, ha illustrato alle OOSS le proposte del MIUR per la legge di stabilità 2017, che andrà in Consiglio dei Ministri sabato 15 ottobre. Nello specifico si tratta di:

1. prevedere stanziamenti per 215ml per il 2017 (che diventano 450ml a regime nel 2024) per la copertura finanziaria dei decreti legislativi previsti dal c. 181 della legge 107/2015 (le deleghe); la copertura è al momento indifferenziata e si deciderà quando le deleghe saranno pronte l’entità del finanziamento di ognuna;
2. trasformare 25.000 posti dell’organico di fatto (20.000 comuni e 5.000 sostegno) in organico di diritto, o meglio dell’autonomia (vedi allegato), con annessa deroga alla permanenza triennale nella provincia per la mobilità per tutti; saranno accorpati tutti gli spezzoni utili a formare una cattedra, questo significa che rimarranno posti non comprimibili a cattedra che continueranno a costituire organico di fatto come previsto dal c. 69 dalla legge 107/2015 (naturalmente saranno molti meno posti);
3. confermare i 150 comandi di personale scolastico presso enti e associazioni così come sono stati prorogati quest’anno;
4. istituire 500 posti di assistente tecnico nelle scuole del primo ciclo;
5. attuare un piano straordinario di assunzioni del personale ATA per garantire l’apertura e il funzionamento degli istituti scolastici;
6. attuare un piano straordinario di assunzioni (500 posti) per il personale degli uffici centrali e periferici del MIUR che sono in grande sofferenza dopo i tagli effettuati negli ultimi anni.

Per l’Università, l’AFAM e la ricerca le proposte sono ancora in fase di gestazione e quindi non è possibile avere un quadro delle richieste."

Nel merito la nostra delegazione ha evidenziato

  • Che le proposte del MIUR per la legge di bilancio 2017 non possano essere separate dal contesto generale [...]e da un’analisi approfondita di ciò che non ha funzionato della legge 107/2015 (chiamata diretta, bonus del merito, comitato di valutazione, ecc.) con conseguenti proposte di correzione e cambiamento. 
  • La discussione sulle deleghe dovrà  tener conto dell’inadeguatezza della legge 107/2015
  • Le risorse economiche investite nella legge di bilancio 2017 hanno un senso se nella stessa legge ci saranno le risorse per il rinnovo del Contratto. 
  • Ha chiesto di togliere dalla legge 107/2015 il comma 131, quello sul divieto si supplenza dopo i 36 mesi, e un provvedimento specifico per gli 80.000 docenti abilitati che rimangono fuori dalle Gae
  • Il potenziamento nella scuola dell’infanzia 
  • Ha segnalato che i numeri previsti dal piano assunzionale straordinario di assistenti tecnici e personale del ministero sono insufficienti per le necessità delle scuole e della macchina amministrativa.

Riunione 14 settembre - su Politiche sportive scolastiche.
Riunione 14 settembre - Disabilità. Scuola in ospedale e istruzione domiciliare. Integrazione alunni stranieri.
Riunione 13 settembre - Promozione dell’educazione alla pace, dei diritti umani e della cittadinanza attiva.


Riunione MIUR 6/9/2016 – Ufficio Bilancio – Card del docente in sintesi:

Lo spostamento al 15 ottobre della rendicontazione comporta che i docenti, utilizzando il modello proposto dal MIUR, potranno integrare la documentazione  relativa alle spese effettuate per la formazione. La scadenza del 15 ottobre varrà anche  per i docenti entrati in ruolo dopo il 1 agosto.
Entro il 31 ottobre saranno posti in essere gli esiti delle verifiche e gli UU.SS.RR. entro il 15 novembre effettueranno la  trasmissione dei rendiconti al MIUR.

La delegazione della FGU-Gilda insieme alle altre delegazioni sindacali ha espresso tra le altre cose che
l’informativa e la Nota sono intervenute con eccessivo ritardo scaricando sulle segreterie delle scuole ulteriori oneri, in una fase complicatissima della vita scolastica (definizione degli organici, attribuzione alle scuole del personale in assegnazione provvisoria o vincitore di concorso, inizio delle attività didattiche, ecc.) che si tace della recente sentenza del TAR Lazio (proposta su istanza delle OO.SS. rappresentative) che ha riconosciuto beneficio del bonus di 500€ anche agli educatori.
m
anca la chiarificazione circa la modalità di erogazione dei 500€  in caso dei colleghi in aspettativa non retribuita che, al momento, non hanno avuto riconoscimento del beneficio;
è inaccettabile che si continui a differenziare i docenti di ruolo da quelli  tempo determinato che sono esclusi  dall’erogazione del bonus per la formazione. (il ricorso presentato dai sindacati è stato rigettato dal TAR del Lazio - ora si ricorrerà al Consiglio di Stato.)

La delegazione della Gilda ha fatto riferimento alla sua richiesta formale fatta al Ministro in marzo 2016 in merito alla mancanza di una circolare specifica sulle modalità e le tipologie di spesa attribuibili con la card. La gestione tramite FAQ non rappresenta atto formale amministrativo e vincolante ; ha contestato che manca  un vero progetto sulle modalità di erogazione della card per la formazione nel corrente a.s. (2016-17) e al momento l’amministrazione non è in grado di dare informazione adeguata.

 Il Direttore Dott. Greco ha ribadito che l’erogazione della somma è avvenuta nell’anno scolastico 2015-16 in maniera straordinaria e confida per il prossimo anno scolastico il superamento delle difficoltà inerenti la documentazione e la certificazione della spesa mediante metodi informatici condivisi e trasparenti. [...]


RIUNIONI PRECEDENTI


altri resoconti sono pubblicati nelle pagine relative all'argomento specifico


 

Le notizie sono tratte dai verbali trasmessi dalla delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti alle Segreterie Provinciali