DICEMBRE 2016 - GENNAIO 2017

GENNAIO 2017 

decreto legge mille proroghe- lavori in corso - Tra i punti : il recupero degli idonei del precedente concorso a dirigente e l'inserimento in GaE dei diplomati magistrali ante 2002
MOBILITA' IN STALLO - I Sindacati non sono ancora stati riconvocati dal MIUR per definire i tre punti più controversi: la possibilità per i docenti chiamati su ambito di esprimere la preferenza per le scuole, i codici  delle scuole che pur facendo capo ad unica Istituzione ne sono molto lontane, e - punto particolarmente caldeggiato dalla GILDA - la chiamata diretta che ignora qualsiasi regola di trasparenza.
da Tuttoscuola : Tra gli effetti indiretti provocati dall’esito del referendum sta il rilancio della dimensione partecipativa, che trova un riflesso anche nella sentenza della Corte costituzionale sulla legge elettorale Italicum, sentenza che valorizza il principio della rappresentanza rispetto all’idea guida di una maggiore governabilità che aveva ispirato l’Italicum e che era stata anche la ratio della riforma costituzionale Renzi-Boschi. Cosa cambierà?
26 gennaio : audizione della ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli sulle linee programmatiche  presso le Commissioni Cultura di Camera e Senato: qui il testo
MOBILITA' - il 26 gennaio potrebbe trovare conclusione il contratto sulla mobilità ma GILDA è molto critica: “Si ripropone, dunque, lo stesso problema rimasto aperto lo scorso anno con la cosiddetta sequenza contrattuale che – spiega la Gilda – prevede un elenco di competenze molto lungo tra le quali i dirigenti scolastici dovrebbero individuare, in base al PTOF, le professionalità da inserire negli organici delle scuole. Ed esattamente come l’anno scorso, in questa lista risulta del tutto assente qualsiasi riconoscimento dell’anzianità di servizio”.
Nel frattempo,  durante il question time del 25 gennaio nell’Aula di Montecitorio, la ministra dell'Istruzione Fedeli,anticipa maggiori restrizioni rispetto all’attuale normativa per le assegnazioni provvisorie. Ancora  non sono chiare le categorie che potranno richiederla. Ad avviso della ministra, che dice di aver stanziato 400 milioni per consolidare questi posti nell'organico di diritto, tutti troverebbero posto di ruolo. 
A questo link la richiesta di Gianluca Vacca (M5S)  sul caos scuola e la risposta della Ministra
14 gennaio - Il Consiglio dei Ministri ha approvato quasi tutti i decreti previsti dal comma 181 della legge 107 .  
Tuttavia le Commissioni avranno 60 gg. dalla loro consegna ai Presidenti delle Commissioni stesse.
Le schede risultano assai vaghe quindi la Gilda si esprimerà dopo aver analizzato i testi che sono qui sintetizzati.
                                                     QUI I TESTI INTEGRALI

Allo scadere dei 60 gg. il Governo avrà facoltà di emanare i testi definitivi dei decreti anche senza il parere di deputati e senatori.





MOBILITA'
 Proseguono gli incontri al MIUR. Per il momento  sono stati affrontati i  12 articoli iniziali della proposta contrattuale predisposta dal Miur:
  • destinatari del contratto (i docenti con contratto a tempo indeterminato)

  • sedi esprimibili (fino a un massimo di 5 scuole e 10 ambiti, per un totale di 15 preferenze)

  • percentuale da destinare alla mobilità professionale (10%) e a quella territoriale (30%)

  • procedimento relativo ai trasferimenti e ai passaggi (precedenza ai movimenti provinciali rispetto a quelli interprovinciali)

  • mobilità professionale verso i licei musicali.


Integrazione graduatorie di Istituto  SCADENZE- 
    • Elenchi aggiuntivi alle graduatorie di istituto di II fascia: entro il termine del 3 febbraio 2017, consegnare il modello A3 tramite raccomandata A/R, PEC, o consegna a mano con rilascio di ricevuta ad una istituzione scolastica della provincia prescelta ( se già inseriti con altra classe di concorso,  la domanda va presentata alla medesima scuola capofila)
    • Inserimento negli elenchi aggiuntivi del sostegno :  tra il 16 febbraio 2017 e l’8 marzo 2017 inoltrare il modello A5 in modalità telematica sul portale POLIS Chi chiede l’inserimento negli elenchi aggiuntivi di II° fascia (modello A3) non dovrà compilare l'A5
    • Priorità nell’attribuzione delle supplenze di III fascia :  i docenti che conseguono il titolo di abilitazione presentano il modello A4 tramite “Istanze On Line” all'istituzione scolastica capofila prescelta all'atto di inclusione in III fascia. (la priorità può essere richiesta in qualunque momento durante tutto il triennio di validità delle graduatorie, in attesa dell'inserimento negli elenchi aggiuntivi di II fascia, )

    Scelta delle sedi - Il “modello B” dovrà essere presentato tramite Istanze On Line dal 16 febbraio all’8 marzo 2017 
    I docenti già collocati per altri insegnamenti nelle graduatorie di I, II, e III fascia di istituto o negli elenchi aggiuntivi alla II fascia che con il “modello A3” dichiareranno il titolo di abilitazione conseguito entro il 1° febbraio 2017, potranno sostituire nella stessa provincia di iscrizione una o più istituzioni scolastiche già espresse all’atto della domanda di inserimento solo se in quelle scuole non  risultano già impartiti i nuovi insegnamenti richiesti.


    Malfunzionamenti: poco tempo per dichiararli - Il 10 gennaio la direzione scolastica della Toscana con messaggio delle ore 12:38 chiede alle scuole di comunicare entro le ore 16 del medesimo giorno gli eventuali malfunzionamenti degli impianti di riscaldamento. Facile immaginare che ne risulteranno pochi.


     Gilda degli Insegnanti di Firenze ha trasmesso una newsletter informativa. Chi  non l'avesse ricevuta può comunicarlo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


    DICEMBRE  2016


    MOBILITA' - i punti salienti: 
    Le preferenze esprimibili potranno essere max 15  Si potranno esprimere fino a un max di 5 preferenze del tipo analitico ( cioè su singola scuola ) e le rimanenti potranno essere del tipo sintetico cioè ambito territoriale o provincia.  Le preferenze potranno essere anche relative a scuole dell’ambito di appartenenza.  Nella medesima domanda si potranno esprimere preferenze per la provincia di appartenenza , ma anche per altre province. (In pratica sarà possibile esprimere anche 15 preferenze per 15 province diverse)
     I docenti titolari di ambito territoriale saranno assegnati alle scuole dai Dirigenti scolastici in base alle modalità e alle procedure che saranno definite in un accordo parallelo e contestuale a quello della mobilità.  I requisiti saranno stabiliti nell’accordo a livello nazionale. Il Collegio dei docenti sarà coinvolto nelle scelte delle singole scuole.
    I posti residuati al termine della mobilità provinciale saranno suddivisi nel modo seguente:  60% immissioni in ruolo  30% mobilità interprovinciale  10% mobilità professionale
    I docenti soprannumerari su sede potranno spostarsi all'interno della provincia di titolarità utilizzando le preferenze su scuola 


    29  dicembre - MOBILITA' 2017/18 -  perchè Gilda  non firma l’intesa politica. (le notizie dei TG sono incomplete) - A questo link le slides elaborate da Gilda Napoli

    La Gilda riconosce e apprezza il lavoro delle delegazioni e l’impegno e la disponibilità della ministra che hanno permesso una svolta nelle relazioni sindacali MA, pur in presenza di aperture quali la deroga al vincolo triennale per tutti e la possibilità di esprimere alcune preferenze su scuola per tutti, 
                      ritiene di non poter accettare che la maggior parte dei docenti venga collocata negli ambiti territoriali e sottoposta alla individuazione per competenze ovvero alla chiamata diretta.
    Abbiamo contestato e manifestato contro la Buona Scuola anche per questi motivi. Perchè ritenere "buona cosa" che permangano ?

     La nostra delegazione ha proposto che venga allegata al CCNI mobilità per il 2017/18 una tabella di valutazione specifica per l’assegnazione dei docenti dall’ambito alla scuola in maniera da poter eliminare qualsiasi discrezionalità da parte dei dirigenti scolastici ed in questo senso darà il proprio contributo nel tavolo contrattuale.

     Non essendo stata recepita questa proposta la Gilda per coerenza con le battaglie sostenute contro la legge 107/2015 ha deciso di non siglare l’intesa politica 


      28 dicembre - CLASSI DI CONCORSO - si è tenuta l'informativa sulle proposte di correzione del DPR 19/2016 sulle classi di concorso.

    L’Amministrazione, rappresentata dalla dott.ssa Palumbo, ha illustrato la bozza di DM e gli allegati, che consentono così di mandare a regime le nuove classi di concorso nell’a.s. 2017/18, con correzioni degli errori materiali e delle omissioni segnalate sia dalle OOSS sia dai singoli docenti.
    Le OOSS hanno preso atto dei documenti consegnati e hanno chiesto tempo per esaminare nel dettaglio le modifiche e confrontarle con le richieste di correzione già avanzate, riservandosi di reiterare le richieste eventualmente non evase.
    Hanno anche posto la questione di un’analisi della fase transitoria e delle conseguenze sugli insegnanti a tempo indeterminato e determinato delle nuove classi di concorso. Il prossimo incontro si terrà il giorno 9 alle ore 15.00


    di Antimo Di Geronimo, ItaliaOggi 20.7.2016 - Da gennaio possibili solo incarichi brevi o fino al 30 giugno. La competenza passa ai dirigenti - Uffici scolastici, ultimi giorni per conferire gli incarichi di supplenza. Una volta decorso il termine del 31 dicembre, le eventuali disponibilità di posti o cattedre dovranno essere coperte con supplenze attribuite direttamente dai dirigenti scolastici. Il termine è previsto dall'articolo 7, comma 1, lettera b) del regolamento sulle supplenze (decreto 131/2007)


    CONTRATTO E PROPOSTA GILDA: Gilda chiede che le risorse destinate a bonus merito (200 milioni), alternanza scuola lavoro (100) e carta del docente (380) vengano destinati al rinnovo contrattuale.
    In tal modo - aggiunge il sindacato - a tutto il personale della scuole potrebbero arrivare in busta 60 euro al mese. 
    Sarebbe sempre poco ma almeno i bonus sarebbero computati ai fini della pensione e della buonuscita


    Il nuovo Ministro convoca il 19 dicembre i Segretari delle Organizzazioni Sindacali Rappresentative, separatamente. Insomma un "sondaggio". Previsto per il 22 il prossimo incontro.


    Informazione Scuola, 21.12.2016 - Mario Campione e Davide Faraone con molta probabilità saranno i nuovi segretari della ministra Fedeli. Si attendono con grande fermento i nomi dei nuovi sottosegretari al Ministero dell’Istruzione. Il motivo di tale attesa è perché in funzione dei nomi si capiranno le vere intenzioni del nuovo ministro Valeria Fedeli. Se dovessero essere confermati i vecchi sottosegretari sarebbe chiara la linea politica del nuovo ministro, ovvero quella della continuità che – amiamo ricordarlo – è costata la pesantissima sconfitta al voto referendario.



    Messa a disposizione: consigliamo i colleghi di presentare domanda di messa a disposizione perchè, a quanto risulta, alcune scuole sono ancora in cerca di docenti.